Massimo Iannitti, pubblicitario e Maddalena Cozzolino, illustratrice e pittrice, condividono un esperienza di lavoro nel 1990 in Agenzia di Comunicazione e Grafica, dove collaborano nella creazione di marchi d’impresa e campagne pubblicitarie.

Dopo esperienze diverse, di vita e lavoro, si rincontrano per dare vita ad un percorso nuovo, artistico e creativo, ispirato alla napoletanità.

Li accomuna la passione per il bello, l’amore per la grafica e la stampa, il legame profondo con la città, la sua storia e la sua cultura. Nasce così Segni Napoletani.

L’obbiettivo è mantenere viva la tradizione, la cultura e la storia di Napoli, attraverso i disegni raffinati di Maddalena che prendono vita su carte, oggetti, quadri e pannelli di arredo.

Oggi Segni Napoletani è una bella realtà, apprezzata dai napoletani e non solo.

Leggenda, Scaramanzia e Tradizione

A Napoli convivono profondamente la superstizione, la tradizione e la religione che spesso si intrecciano fra loro loro creando un’ originale mescolanza di sacro e profano.

Segni Napoletani ha voluto rappresentare tutto ciò nelle sue opere, attraverso una nuova ed originale interpretazione dei personaggi, dei luoghi e dei simboli di Napoli.

FILOSOFIA

Tutta la produzione di “Segni Napoletani” è realizzata esclusivamente a Napoli dedicando grande cura ed attenzione ai prodotti e alle confezioni: dalla scelta delle carte pregiate delle Cartiere Fedrigoni, agli oggetti in terracotta fatti e dipinti a mano, alle scatole da confezione realizzate artigianalmente una ad una.

Massimo Iannitti

Maddalena Cozzolino